La Cassazione applica la formula “il fatto non sussiste” per il mancato versamento di ritenute di importo inferiore ai 150.000 euro

La Cassazione ritiene infatti che la soglia di punibilità prevista dall’art. 10 bis del D.lgs. 74/2000 sia uno degli elementi costitutivi del reato e pertanto se il mancato versamento riguarda una somma inferiore la fattispecie punita non potrà ritenersi sussistente.

In linea con la sentenza delle Sezioni Unite n. 37424/2013 (Romano), la terza Sezione ritiene infatti che per integrare il reato punito dall’art. 10 bis del dlgs 74/2000 sia necessario che il dolo investa anche l’ammontare dell’omesso versamento, pena l’insussistenza della fattispecie criminosa delineata dal legislatore.

Nel caso di specie, l’imputato aveva omesso il versamento di circa € 85.000,00, cifra che, dopo la novella del d.lgs. 158/2015, risulta ben al disotto della nuova soglia di punibilità (€ 150.000,00).

Cass. Pen., sez. III, Sentenza 15 Febbraio 2016 n. 6105